Il progetto culturale

L’ edizione Winter della rassegna itinerante, che fa incontrare musica, multiculturalità e territorio nel segno della contaminazione, si propone tra ottobre e dicembre, in un’ideale continuità con la «Rassegna di arte e cultura popolare dei 5 continenti». La formula prevede tappe in diverse località pugliesi, con spettacoli indoor e iniziative en plein air, in grado di garantire il colpo d’occhio della manifestazione estiva.

L’ obiettivo rimane la promozione del territorio attraverso la multiculturalità, dimensione che nelle tante espressioni della musica continua ad avere la principale cassa di risonanza con itinerari di ascolto sempre nuovi.

Alcuni big delle passate edizioni

Ghironda Winter Festival

Ludovico Einaudi

Edizione 2015

Boomdabash

Edizione 2019

Sud Sound System

Edizione 2018

Ray Gelato

Edizione 2018

Après La Classe

Edizione 2017

Giovanni Allevi

Edizione 2019

Banda Osiris

Edizione 2015

Chris Jarrett

Edizione 2014

Federico Zampaglione

Edizione 2013

Morgan

Edizione 2012/2013

Baustelle

Edizione 2012/2013

Musica Nuda

Edizione 2011/2012/2013

Ben L'Oncle Soul

Edizione 2011/2012

Matt Bianco

Edizione 2010

Max Gazzè

Edizione 2010

Rachelle Ferrell

Edizione 2010

Earth Wind and Fire

Edizione 2009

Pacifico

Edizione 2008

Marlene Kuntz

Edizione 2008

Incognito

Edizione 2007

Alcuni scatti delle passate edizioni

Ghironda Winter Festival

Le passate edizioni

Ghironda Winter Festival

Il pianoforte secondo Mirko Lodedo, mercoledì 11 dicembre (ore 20.30), nell’auditorium Comunale di Locorotondo per l’appuntamento inaugurale (a ingresso libero) del Ghironda Winter, che al pianoforte dedica altri due appuntamenti, esclusivi per la Puglia, il 12 dicembre al Politeama Greco di Lecce e il 13 dicembre al Teatro Nuovo di Martina Franca, con l’Hope Christmas Tour di Giovanni Allevi (biglietti su vivaticket). È la quattordicesima edizione del festival itinerante, che il 25 dicembre (ore 19) sarà nella Cattedrale di Ostuni con il gospel di Pastor Ronald Hubbard e del suo ensemble (ingresso libero) e poi a Otranto, per l’Alba dei Popoli, con altri due spettacoli gratuiti sul Lungomare degli Eroi, il 29 dicembre (ore 21) con i Boomdabash e il 31 dicembre con la grande festa della Notte di San Silvestro (a partire dalle ore 22) animata dall’Orchestra Mancina e da Barty Colucci di 105 Network.

Si parte, dunque, mercoledì 11 dicembre (ore 20.30), dall’auditorium Comunale di Locorotondo, con Mirko Lodedo e il suo «Vi racconto il mio piano», concerto-spettacolo di pianoforte solo interamente composto ed eseguito dal pianista brindisino, con due diversi livelli di racconto, uno legato alla musica dello stesso Lodedo, che suggerisce scenari sempre sorprendenti, e uno legato ad una drammaturgia fatta di immagini e filmati ugualmente originali. Un progetto prodotto da La Ghironda-Casarmonica e pensato dal musicista brindisino con Enrico Messina, insieme al quale ha firmato i testi, e a Francesco Dignitoso, cui si devono allestimento scenico, disegno luci e regia video. Lodedo “racconta il suo piano” attraverso episodi legati ad un percorso di atipica formazione musicale, ma di grande ricchezza umana.

Ritmi in levare, a Ostuni, per la dodicesima edizione del Ghironda Winter Festival, che sabato 29 dicembre (ore 22), in piazza Libertà (ingresso libero), presenta i Sud Sound System con la Bag A Riddim Band. Dopo lo straordinario successo dei Baltimora Gospel Singers la sera di Natale in una Concattedrale strapiena, anche sul sagrato davanti ai maxischermi, il festival promosso da Idea Show propone una serata tutta all’insegna del reggae made in Puglia con i padri fondatori del genere, attesi con le loro hit.

Tra battiti giamaicani, dance hall e sonorità tipicamente salentine si muove anche l’ultimo album della band composta da Don Rico, Terron Fabio e Nandu Popu, «Eternal Vibes», nel quale i tre ribelli del reggae – i primi ad aver portato in Italia le sonorità di Kingston – si scagliano contro lo strapotere di banche e multinazionali, l’ipocrisia delle religioni istituzionalizzate e le situazioni di violenza. Diversi gli artisti che hanno collaborato alla creazione del disco, da Enzo Avitabile a Anthony B, da U-Roy a Freddy Mc Gregor.

In piazza Libertà, per il Ghironda Winter Festival promosso con il sostegno del Dipartimento Turismo della Regione Puglia, l’assessorato al Turismo del Comune di Ostuni e Pugliapromozione, si ballerà sulle canzoni della formazione salentina, che si sta avvicinando ai trent’anni di carriera, esplosa con «T’a sciuta bona» e proseguita con una serie di progetti che l’hanno vista affermarsi anche al Premio Tenco con il miglior album in dialetto («Le radici ca tieni»).

Dopo i Sud Sound System, il Ghironda Winter Festival propone la grande festa del 31 dicembre, sempre in piazza Libertà (dalle ore 23.30), con lo scatenato swing di Ray Gelato & The Giants, headliner di una notte di musica che si aprirà con le selezioni in consolle di Maurizio Laurentaci e si chiuderà con un dj set di Filippo Nardi.

Frankie Hi-Nrg, Raphael Gualazzi, GoranBregovic, Eric Turner, Barty Colucci, Francesco Libetta, gli Ipergalattici: sono gli artisti dello straordinario cast con cui il Ghironda Winter Festival festeggia la fine del 2017 a Ostuni e Otranto dopo la magnifica anteprima tarantina con la trombettista e cantante catalana Andrea Motis, stella nascente del jazz internazionale.

Doppio l’appuntamento di venerdì 29 dicembre. Mentre a Ostuni, in piazza Libertà, dalle ore 23 sarà di scena uno degli storici rapper italiani, Frankie Hi-Nrg, con «L’Altro Parlante Gira Dischi», set di selezioni hip-hop preceduto, alle ore 20, dal concerto degli Ipergalattici, cover band di sigle cult dei cartoni animati, ad Otranto, alle 21.30, Goran Bregovic salirà sul palco dell’Alba dei Popoli con la sua Wedding&Funeral Band per una grande festa in musica all’insegna dei ritmi esplosivi della musica balcanica e delle due anime dell’artista serbo, disciplina follia.

Grande musica anche sabato 30 dicembre, ad Ostuni, sempre in piazza Libertà, con Raphael Gualazzi che, accompagnato da una band di sei musicisti, spazierà dai nuovi brani di «Love Life Peace» sino ai grandi successi degli album «Reality and Fantasy» ed «Happy Mistake».

Con il Ghironda Winter Festival, la notte di San Silvestro, domenica 31 dicembre, Ostuni scandirà la fine dell’anno a partire dalle 23. Dopo l’opening con i migliori dj del posto e il conto alla rovescia con il comico Tommy Terrafino, il “vegano” della trasmissione «Made in Sud», il 2018 verrà salutato sulle note soul e r’n’b della band di Eric Turner, che poco minuti dopo la mezzanotte inizierà a proporre una lunga carrellata di hit e classici della black music. E ancora risate, a seguire, con Barty Colucci, conduttore di punta di Rds, straordinario imitatore e organizzatore di ormai celebri scherzi radiofonici a Sergio Marchionne e Giorgio Napolitano.

Previsto, ad Ostuni, anche il gran gala di Capodanno, l’1 gennaio, alle ore 18.30, nella chiesa di San Francesco d’Assisi, con un progetto di musica corale guidato dal pianista Francesco Libetta, concertista salentino di fama internazionale.

La musica gospel ha i suoi “Grammy”. Sono gli Stellar Awards, che nel 2014 hanno visto trionfare, come miglior coro contemporaneo, il Mount UnityChoir, la formazione della Virginia diretta da Earl Bynum, attesa protagonista del concerto di Natale del Ghironda Winter Festival, in programma domenica 25 dicembre, alle ore 19.30 (ingresso libero), nella Concattedrale di Ostuni. Ma la Ghironda, che anche nell’edizione invernale inaugurata dal Jacques Morelenbaum Cello Samba Trio fa incontrare musica, multiculturalità e territorio nel segno della contaminazione e delle proposte internazionali, si presenta nella sua tradizionale veste itinerante con altri due splendidi concerti, mercoledì 28 dicembre (ore 21), a Ceglie Messapica (Chiesa di San Rocco), con i FriendlyTravelers, storica formazione gospel della Lousiana, fondata nel 1959 dal Reverendo Clint Jones, e giovedì 29 dicembre (ore 21), a Otranto (largo Alfonsina), con Matthew Lee, straordinario performer, pianista e cantante innamorato del rock’n’roll, che ha fatto propri gli insegnamenti dei grandi maestri del genere, a partire dai suoi modelli di riferimento, Jerry Lee Lewis ed Elton John.

Il Natale della Ghironda prende, dunque, il via domenica 25 a Ostuni con il Mount UnityChoir, parte integrante della Mount Lebanon Baptist Church, importante chiesa battista della Virginia attiva in numerose attività culturali, sociali e filantropiche. Diretto da Earl Bynum, produttore, autore e insegnante, questo coro di sette voci, con una sezione ritmica formata da basso, batteria e tastiera, propone uno spettacolo emozionante, travolgente e carico di energia.

E con grande intensità si rappresentano anche i FriendlyTravelers, il gruppo di sei elementi di scena mercoledì 28 a Ceglie che aggiunge alle straordinarie doti vocali dei suoi cantanti una potente sezione ritmica in un concerto di gran classe e notevole intensità nel quale il gospel tradizionale si alterna a brani soul, R&B e dalle sfumature jazz, in grado di ricreare l’atmosfera di grandi classici di Louis Armstrong, a partire dall’intramontabile What a Wonderful World.

A stelle e strisce si presenta anche il concerto di giovedì 29 a Otranto, dove sarà di scena Matthew Lee, al secolo Matteo Orizi. Pesarese, classe 1982, Matthew Lee si è vicinato al rock’n’roll grazie al padre, un patito di Elvis Presley. Sa suonare il piano, oltre che con le mani, con i piedi e i gomiti. E con le spalle rivolte allo strumento, avendo come modello di riferimento Jerry Lee Lewis e il film Great Balls of Fire di Jim Mc Bride, dedicato proprio al pianista e cantante americano. Dotato di una stupefacente energia, dal vivo Matthew si presenta in perfetta tenuta rockabilly, sfoggiando montature d’occhiali degne del primo Elton John. Insomma, quello che si dice un “animale da palcoscenico”.

Ludovico Einaudi, la Banda Osiris, il gospel tradizionale di due formazioni americane, i J.C. New Orleans Gospel Singers e The Harlem Voices: sono alcune delle proposte della IX edizione del Ghironda Winter Festival, organizzato in ben quattro province pugliesi. Dopo il concerto inaugurale a Lecce, infatti, il Ghironda Winter Festival si trasferisce a Taranto, Monopoli e Ostuni.

Il 29 novembre, nel Teatro Politeama Greco di Lecce, special event con il pianista e compositore Ludovico Einaudi, che con la sua formazione presenta il nuovo album Elements, un disco nato dal desiderio di indagare nuove frontiere. Il 12 dicembre, al Teatro TaTà di Taranto, sarà di scena la Banda Osiris (Gianluigi e Roberto Carlone, Giancarlo Macrì e Sandro Berti) che festeggia 35 anni di attività e di successi, anche televisivi, raggiunti con la trasmissione di Serena Dandini “Parla con me”, presentando il travolgente spettacolo “Le dolenti note”.

A seguire, il 19 dicembre, nella Cattedrale Madonna della Madia di Monopoli, la Ghironda presenta il concerto a ingresso libero dei J.C. New Orleans Gospel Singers, formazione di sei musicisti nata nel 1988 da un’idea di Jerome Clark e Kelroy Price, personaggi molto conosciuti nell’ambiente gospel della Louisiana. Quindi è in programma lo speciale concerto di Natale del 25 dicembre, anche questo a ingresso libero, nella Cattedrale di Ostuni, dove saranno protagoniste The Harlem Voices, le voci di Harlem. Cantano e ballano e come dice il nome stesso, provengono dal celebre quartiere afro-americano di New York. Sono i sette elementi del gruppo guidato dal pastore Eric Turner, potente voce soul e presenza fisica di grande impatto scenico.

Sin dall’inizio c’è Keith Jarrett nell’orizzonte creativo del violinista borderline Luca Ciarla, che col fratello più piccolo del geniale jazzista, Chris Jarrett, anche lui pianista di fama internazionale, oggi forma l’acclamato duo con cui Idea Show apre l’ottava edizione del «Ghironda Winter Festival», la cui programmazione integrale verrà resa nota nei prossimi giorni.

L’esclusivo e prestigioso concerto inaugurale è in programma, a ingresso libero, sabato 6 dicembre alle ore 21.30 al teatro Comunale di Ceglie Messapica, città di cultura che con l’impegno dell’amministrazione comunale torna ad ospitare la Ghironda in versione invernale dopo le indimenticabili giornate della scorsa estate con gli Earth Wind &Fire, Goran Bregovic e la rassegna di arte popolare dei cinque continenti.

È un incontro lungo i territori della musica di confine, quello tra il pianista della Pennsylvania, da tempo residente in Germania, e il violinista molisano, ormai artista apolide. I due strumentisti si muovono tra jazz, improvvisazione e musica contemporanea. Così, la spumeggiante versatilità di Luca Ciarla e la creatività espressiva e virtuosistica di Chris Jarrett si cercano, si abbracciano e, spesso, si sfidano, a volte seguendo percorsi paralleli, altre dislocandosi in direzioni differenti, sempre dentro una combinazione affascinante tra sonorità familiari e sperimentazione dal fascino musicale magnetico.

Musicista di formazione classica con una forte tendenza comunicativa, sul quale esercitano una decisa influenza artisti molto diversi tra loro come Sergej Prokofiev, Charles Mingus e Frank Zappa, Jarrett inizia a vagabondare per il mondo dopo il diploma di conservatorio, fino quando, nel 1985, approda in Germania, dove incide il suo primo disco, «Dance On The Volcano», scrive la musica per il balletto «For Anne Frank» e realizza il primo lavoro sinfonico «Loves Me Not». Pur ignorando qualsiasi dettame stilistico, il musicista americano utilizza le strutture della musica classica e la libertà dell’improvvisazione jazz, anche se lo spettro sonoro del pianista (il cui più recente lavoro discografico è costituto, tra l’altro, da «Organimprovisations») è talmente ampio da far risultare la sua musica selvaggia e ritmica, ironica ed epica, o, ancora, melanconica e bizzarra, mistica e variopinta.

Anche l’esperienza di Luca Ciarla affonda le radici nel jazz contemporaneo, colorandosi al tempo stesso di raffinate influenze provenienti dalla musica etnica e classica, per un nuovo affascinante sound acustico che trova nel pianismo di Jarrett un ideale punto di contatto.

Il Natale del Ghironda Winter Festival è con il grande gospel di Mike McCoy, in arrivo in Puglia direttamente da Washington DC. Dopo aver inaugurato l’ottava edizione invernale della Ghironda nel segno di Chris Jarrett e Luca Ciarla, Ceglie Messapica ospita il gruppo del musicista statunitense in un concerto molto atteso, in programma sabato 20 dicembre, nella chiesa di San Rocco (ore 20.15, ingresso libero), con il sostegno dell’amministrazione comunale e della Regione Puglia. L’appuntamento anticipa l’esibizione di Mike McCoy & Voices United Gospel all’auditorium Parco della Musica per il Roma Gospel Festival, diventato il più grande appuntamento in Europa riservato alla musica religiosa nero-americana.

Dunque, c’è anche la Puglia, in esclusiva per il Ghironda Winter Festival organizzato da IdeaShow, tra le mete scelte da questa straordinaria formazione per celebrare il ventennale di attività con i suoi principali componenti, tutti pastori, predicatori ed evangelisti di varie chiese dell’aera metropolitana della capitale americana. Ed è proprio da Washington che McCoy e il suo ensemble partono nel 2006 alla conquista del Gospel Heritage Praise&WorshipChoirCompetition, preludio alla nomina, quattro anni dopo, agli Stellar Awards, gli Oscar della musica gospel.

Genere musicale ormai consolidato anche nel Vecchio Continente, il gospel possiede una grande capacità di coinvolgimento incentrata su una forte impronta spirituale e una straordinaria carica gioiosa. E nonostante una lunga tradizione, ben radicata, questo genere continua a evolversi spaziando tra tendenze musicali diverse, dal soul al pop, dal rap allo r&b. In particolare, lo stile dello formazione di McCoy riprende i suoni della contemporaneità mantenendo, però, un forte legame con il passato in un’esplosione di gioia ed entusiasmo.

Non a caso, Mike McCoy ha avuto l’opportunità di lavorare con alcuni giganti della musica gospel, da Byron Cage a Kurt Carr, da MauretteBrown-Clark a VickieWinans, imponendosi come uno dei principali custodi di un genere che con il disco «Continue to Continue», secondo album dell’ensemble guidato dal musicista di Washington, si riaggancia direttamente alle radici della grande esperienza musicale afro-americana.

L’ultimo evento de La Ghironda Winter 2013 sarà come da tradizione uno special event, che si terrà a Bari il 19 febbraio 2013: una sorpresa offerta da La Ghironda al suo affezionato pubblico, cui è stato promesso un concerto in grande stile.

Saranno i Baustelle ad animare la serata al Teatro Team di Bari: con loro ci sarà una orchestra sinfonica con 48 elementi, per presentare in anteprima nazionale il loro sesto album, Fantasma, disponibile dal 29 gennaio. Questo album è un lavoro musicale imponente, il cui video è stato registrato a Montepulciano (Siena), città d’origine della band, insieme alla Film Harmony Orchestra di Breslavia, in Polonia. Il singolo La morte non esiste più, tratto dall’album Fantasma, ha totalizzato 15mila visite su youtube in meno di 24 ore

L’evento di Bari organizzato da La Ghironda aprirà la strada ai concerti previsti a Roma, Firenze e Milano in cui i Baustelle si esibiranno con l’Ensemble Simphony Orchestra diretta dal maestro Enrico Gabrielli.
I Baustelle, band italiana dal nome tedesco, nascono nella seconda metà degli anni ’90 affermandosi come una delle migliori band indie rock italiane, vincendo la Targa Tenco nel 2006 e partecipando al progetto Artisti Uniti per l’Abruzzo con “Domani”. I Baustelle hanno collaborato con Irene Grandi, Anna Oxa, Syria.

Pop, rock, funky, soul e jazz: gli ingredienti della Ghironda per un inverno meno freddo.

Multiculturale e cosmopolita come sempre, La Ghironda Winter Festival ha inaugurato la sua quarta edizione con l’eccezionale live di Max Gazzè, in concerto a Martina Franca lo scorso 26 novembre.

Un concerto vibrante e coinvolgente che ha trascinato tutto il pubblico presente in un vero e proprio “percorso in note”, tra quesiti filosofici e questioni della scienza, raccontato dalla straordinaria voce di Gazzè.

La magia della Ghironda continua con gli altri imperdibili appuntamenti:

Matt Bianco – Venerdì 10 dicembre 2010 – Ore 21.30 – Teatro Nuovo di Martina Franca
Street Festival – Sabato 11 dicembre 2010 – Ore 18.00 – Zona centro – Bari

Tamurita – Giovedì 16 dicembre – Ore 21.30 – Atrio del Politecnico di Bari

Rachelle Ferrell – Sabato 18 dicembre 2010 –Ore 21.30 – Teatro Nuovo di Martina Franca

Gli artisti delle passate edizioni

I Edizione (2007) – Dal 4/01/08 al 21/03/08 Martina Franca

Città: Martina Franca.

Artisti coinvolti: Lura, Rimbaband, Incognito.

II Edizione (2008) – Dal 4/01/08 al 21/03/08 Martina Franca

Città: Martina Franca.

Artisti coinvolti: Pacifico.

III Edizione (2009) – Dal 15/12/2009 al 30/01/2010 Bari e Martina Franca

Città: Bari – Martina Franca.

Artisti coinvolti: Naif, La fame di Camilla, Earth Wind & Fire.

IV Edizione (2010) – Dal 26/11/10 al 28/12/2010 Martina Franca

Città: Martina Franca.

Artisti coinvolti: Akkura, Max Gazzè, Matt Bianco, Rachelle Ferrell.

V Edizione (2011/12) – Dal 23/03/12 al 28/04/12 Martina Franca e Conversano

Città: Martina Franca – Conversano.

Artisti coinvolti: Ben L’Oncle Soul, Musica Nuda.

VI Edizione (2012/13) – Dal 17/12/12 al 19/02/13 Martina Franca, Locorotondo, Conversano, Cisternino e Bari

Città: Martina Franca, Locorotondo, Conversano, Cisternino e Bari.

Artisti coinvolti: Sonya McGuire, Dante Cigarini, Morgan, Renzo Rubino, Zibba e Almalibre, Baustelle.

VII Edizione (2013) – Dal 13/12/13 al 28/12/13 Martina Franca, Ceglie Messapica, Francavilla Fontana, Locorotondo e Pulsano

Città: Martina Franca, Ceglie Messapica, Francavilla Fontana, Locorotondo e Pulsano.

Artisti coinvolti: Musica Nuda, Federico Zampaglione, Brincadeira, Salento Funk Orchestra, Radici nel Cemento, Anthony Morgan Inspirational Choir Of Harlem.

VIII Edizione (2014) – 6, 20, 21 e 26/12/2014 Monopoli, Ceglie e Locorotondo

Città: Monopoli, Ceglie e Locorotondo.

Artisti coinvolti: Mike McCoy, Chris Jarrett, “Claudio e Consuelo”.

IX Edizione (2015) – Dal 29/11/15 al 25/12/15 Lecce, Taranto, Monopoli e Ostuni

Città: Lecce, Taranto, Monopoli e Ostuni.

Artisti coinvolti: Ludovico Einaudi, Banda Osiris, J.C .New Orlins  Gospel Singers.

X Edizione (2016) – Dal 18/11/16 al 29/12/16 Otranto, Ostuni e Ceglie Messapica

Città: Otranto, Ostuni e Ceglie Messapica.

Artisti coinvolti: Earl Bynum, Jacques Morelenbaum, Friendly Travelers, Matthew Lee.

XI Edizione (2017) – Dal 3/12/17 al 1/01/18 Taranto, Martina Franca e Ostuni

Città: Taranto, Martina Franca e Ostuni.

Artisti coinvolti: Andrea Motis, N –Joy, BeDixie Band – dixieland jass band, Konkobà , Matthew Lee, Après La Classe, Alba Regia Symphony Orchestra.

XII Edizione (2018) – Dal 25/12/18 al 1/01/19 Ostuni

Città: Ostuni.

Artisti coinvolti: Sud Sound System, Ray Gelato, Filippo Nardi, Matthew Lee, Hearth & Soul feat Jerome Griffin, Baltimora Gospel.

XIV Edizione (2019) – Dal 11/12/19 al 31/12/19 Lecce, Martina Franca, Otranto, Locorotondo e Ostuni

Città: Lecce, Martina Franca, Otranto, Locorotondo e Ostuni.

Artisti coinvolti: Giovanni Allevi, Boomdabash, Orchestra Mancina, Pastor Ron Hubbard Gospel, Mirko Lodedo.